Prendere il mutuo resta una vera impresa - Cronaca

Prendere il mutuo resta una vera impresa - Cronaca
SASSARI. Comprano in un caso su due per avere finalmente l’ancora agognata prima casa, vendono il 65 per cento delle volte perché sono a caccia di liquidità, e per questo sono disposti anche a ribassi importanti.Ma spesso, a rendere impossibile l’incontro di domanda e offerta, ci pensa il mercato del credito. Che da una parte vanta un quadro macro economico con fiducia e mercato del lavoro in lenta ripresa, e offre tassi ai minimi storici. Dall’altra dispiega politiche di credito ultraprudenziali, da cui sono tagliati fuori non solo i tanti che in questi anni di crisi nera hanno avuto qualche passaggio a vuoto ma anche quelli per cui la “fedina creditizia” pulita non è per gli istituti garanzia sufficiente.Risultato: la curva delle erogazioni, in lenta risalita e che aveva vissuto il suo picco nel primo trimestre del 2016, è tornata nel baratro. E nonostante un rimbalzo nei primi sei mesi del 2017, i rubinetti sono ancora ben lontani dall’essere riaperti. Qualche numero: nella provincia di Sassari, nel secondo trimestre 2017, sono stati erogati volumi per 52,2 milioni di euro, corrispondenti a una variazione rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente pari a -0,4%. Nel primo semestre 2017 sono stati erogati complessivamente 101,3 milioni di euro, con una variazione di +4,1% rispetto al primo semestre 2016. Nel primo semestre 2017 l’importo medio di mutuo a Sassari si è attestato a circa 86.700 euro.Per quanto rigiarda le caratteristiche del mutuo e del mutuatario: la durata media del mutuo è pari a 25 anni. La tipologia di mutuo più stipulata è quella a tasso fisso (87,5%). L’età media di accesso al mutuo è di 39,9 anni. Per quanto riguarda invece i numeri a livello regionale le famiglie sarde hanno ricevuto finanziamenti per l’acquisto dell’abitazione per 246 milioni di euro, che mantengono la regione al 13° posto per totale erogato in Italia, con un'incidenza del 1,90%. Rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente in regione si registra una variazione delle erogazioni pari a +3,5%, per un controvalore di +8,2 milioni di euro. Nel primo semestre 2017 sono stati erogati complessivamente 495 mln di euro, con una variazione di +14,3% rispetto al primo semestre 2016.

vedi su La Nuova Sardegna



Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook











Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy