“Cameriere in estate, poi il vuoto. In 3 anni mai uno straccio di lavoro”

“Cameriere in estate, poi il vuoto. In 3 anni mai uno straccio di lavoro”
Di Paolo Rapeanu
Riccardo Ibba, 30 anni, di Villanovaforru, ritorna al Centro servizi per il lavoro ogni qual volta deve aggiornare i suoi dati. “Bisogna essere precisi, necessario segnare anche se si svolge un corso per imparare qualunque mestiere”
“Faccio il cameriere nel periodo estivo, in circa 3 anni non sono mai stato chiamato da nessuna azienda”. Eppure i dati di Riccardo Ibba, trentenne di Villanovaforru, sono contenuti nel cervellone elettronico del Centro servizi per il lavoro. I suoi, come quelli degli altri 40mila “disperati” alla ricerca di un’occupazione. Un esercito fatto di tanti nomi e qualunque età: dai giovanissimi senza esperienza a chi un’esperienza ce l’ha ma ha troppi anni per essere riassorbito dal mercato del lavoro.
“Aggiorno tempestivamente la mia scheda anagrafica, ogni qual volta faccio un corso o se riesco a svolgere un’attività da autodidatta. La verità è che il lavoro scarseggia sempre di più, in Sardegna per noi giovani la situazione non è facile”.

L'articolo “Cameriere in estate, poi il vuoto. In 3 anni mai uno straccio di lavoro” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine



Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook











Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy