sardanews

Aspirapolvere, scopa elettrica o robot? Guida al consumatore informato

Se siete in procinto di comperare un nuovo aspirapolvere, è bene che, prima di fare un acquisto sbagliato, del quale poi finireste per pentirvi, vi chiariate le idee e capiate quale sia la tipologia di prodotto più adatto ed indicato per la vostre esigenze

Di primo acchito, infatti, parlando di aspirapolvere tutti pensano al classico modello a traino. Di certo è un attrezzo performante e versatile, ma oggi vi sono altre valide alternative che meritano quanto meno di essere prese in seria considerazione. 

In generale, sono 3 le grandi categorie in cui è possibile suddividere le aspirapolveri destinate alle pulizie domestiche: oltre ai tradizionali modelli a traino, troviamo infatti le scope elettriche e i robot aspirapolvere. Per dovere di cronaca poi, andrebbero citati anche gli aspirabriciole, compatti e dalla potenza limitata, destinati solo a piccoli interventi di pulizia, nonché i bidoni aspiratutto, che al contrario vengono impiegati per lavori di grande entità o anche per pulire esterni, depositi, soffitti e garage. 

Vediamo dunque di analizzare brevemente quali siano i pro e i contro di ciascuna delle tre tipologie suddette ed in quali frangenti è preferibile optare per l’una piuttosto che per l’altra, in modo che siate sicuri di scegliere il prodotto che davvero fa al caso vostro. 

Aspirapolvere a traino

Tra tutte le aspirapolveri che è possibile trovare sul mercato quelle cosiddette a traino, o a carrello, sono di certo le più comuni e gettonate, tanto è vero che peraltro tutti associano ad esse l’idea e l’immagine di “aspirapolvere”. 

In generale si tratta macchine piuttosto potenti, ideali per le grandi pulizie di casa, poiché rimuovono con facilità qualsiasi tipo di sporco, senza contare che hanno in dotazione svariati accessori che consentono di pulire anche i tappeti, spazzolare i tessuti, aspirare i divani, rimuovere i peli di animale e raggiungere spazi molto alti o particolarmente angusti. 

Le prestazioni dunque sono al top; il difetto sta nel peso e nell’ingombro, sia quello del corpo macchina da trascinarsi appresso, che quello del filo, che rendono queste aspirapolveri poco maneggevoli e, a lungo, stancanti. 

Scopa elettrica

Anche la scopa elettrica è un grande classico. Molti la prediligono proprio per il fatto che si tratta di un oggetto più pratico, leggero e veloce da utilizzare rispetto all’aspirapolvere a traino, specie nella sua variante senza filo. 

Perfetta per pulire delle scale, o per una passata quotidiana ai pavimenti, è però decisamente meno indicata per le grandi pulizie, poiché non può raggiungere le superfici alte, è meno potente e molto meno versatile ed accessoriata rispetto ad un tradizionale aspirapolvere, ma costa anche un po’ meno!

Robot aspirapolvere

Un robot aspirapolvere è il sogno di ogni casalinga: d’altro canto chi di voi non vorrebbe avere a proprio servizio uno strumento che, in piena autonomia, tiri a lucido i pavimenti, rimuovendo polvere, briciole, peli e sporco, magari mentre siete fuori casa? 

Si tratta di un aspirapolvere miniaturizzato funzionante a batteria, in grado di passare agilmente al di sotto di mobili e letti; vi basterà programmarlo ed il robot farà tutto da solo, in totale autonomia

I modelli più performanti e tecnologicamente avanzati sono in grado di memorizzare la planimetria della vostra casa e la presenza di eventuali ostacoli, ottimizzando il percorso.

Se siete super impegnate, spesso siete fuori casa e non avete molto tempo da dedicare alle pulizie domestiche, un robot aspirapolvere potrebbe essere esattamente quello che fa il caso vostro. 

L’unico svantaggio di questi elettrodomestici è il costo, specie per I modelli che garantiscono grandi prestazioni! 

Ora, non vi resta che scegliere la tipologia di aspirapolvere che fa maggiormente al caso vostro, rimboccarvi le maniche e cominciare a pulire!









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie