sardanews

Sassari, getta dalla finestra la cassaforte carica di droga: arrestato - Cronaca

image
SASSARI. Controlli a tappeto in alcune zone della città dopo l’episodio di piazza Mazzotti di sabato notte nel quale è stato accoltellato un giovane sassarese, Manuel Pintore di 21 anni (attualmente ricoverato in ospedale con una prognosi di 20 giorni di cure). E in uno di questi servizi, gli investigatori della squadra mobile della questura hanno fatto una curiosa scoperta: un uomo ha cercato di liberarsi di una cassetta di sicurezza (chiusa a chiave) lanciandola da una finestra sul retro della casa. Peccato che da quella parte ci fossero già alcuni agenti - che avevano previsto qualche mossa a sorpresa - e la cassetta è finita nelle loro mani. Il protagonista della vicenda, Giacomo Piu, sassarese di 40 anni, è stato arrestato con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti. Dentro il contenitore metallico che stava per essere lanciato dalla finestra, infatti, sono stati trovati 120 grammi di eroina. L’uomo - su disposizione del magistrato di turno - è stato trasferito nel carcere di Bancali dove nelle prossime ore si svolgerà l’interrogatorio di garanzia.L’operazione degli investigatori della squadra mobile - guidati dal dirigente Bibiana Pala - si è svolta nel quartiere di Monte Rosello. Nella mattinata di domenica gli agenti hanno bussato all’abitazione di Giacomo Piu e prima di aprire qualcuno si è sincerato chi ci fosse all’esterno. «Polizia, siamo qui per un controllo», la risposta. E a quel punto si sono susseguite voci, un trambusto e si è sentita una tapparella che veniva aperta all’improvviso. Dall’altra parte, però, c’erano due agenti della Mobile che hanno colto l’uomo proprio mentre cercava di liberarsi di una cassetta metallica di colore azzurro. I poliziotti si sono fatti consegnare anche la chiave e quando il contenitore è stato aperto ecco la sorpresa: complessivamente - tra dosi già pronte e droga ancora da tagliare - c’erano più di 120 grammi di eroina.Inevitabile l’arresto per Giacomo Piu che - dopo le formalità eseguite negli uffici della questura - è stato accompagnato in carcere a Bancali.Altri controlli sono stati eseguiti all’interno dell’abitazione, anche in riferimento alle attività sviluppate dalla polizia nell’ambito delle indagini per il grave fatto che si è verificato sabato notte nel centro storico.Le indagini hanno interessato anche altre zone della città con controlli nei confronti di sospettati e di persone che, a vario titolo, potrebbero essere state coinvolte nella lite che poi è degenerata con il ferimento di un giovane sassarese.Su quell’episodio ci sono ancora diverse elementi da chiarire, anche perché le persone sentite hanno fornito versioni discordanti. Tutti quelli che sono stati identificati - compreso il ferito - rischiano ora una denuncia per rissa. Resta da accertare chi - tra quelli che si sono scontrati - a un certo punto ha estratto il coltello e ha ferito il 21enne di Sassari. Nelle prossime ore potrebbero esserci degli sviluppi.©RIPRODUZIONE RISERVATA

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie