sardanews

A piedi nei vecchi sentieri alla scoperta degli oliveti - Cronaca

image
ITTIRI . Grandissima partecipazione e vivo entusiasmo hanno caratterizzato la “Camminata tra gli Olivi”, tenutasi domenica 29 ottobre, promossa dall'associazione nazionale “Città dell’Olio” alla quale ha aderito Ittiri, Comune associato.

Severino Deiana, esperto di archeologia e profondo conoscitore delle tradizioni di Ittiri, ha illustrato, agli oltre cento “camminatori”, tra i quali molti giovani, le attività legate alla coltivazione dell’olivo e alla produzione dell’olio facendo rivivere, con dovizia di particolari e puntuali richiami alla tradizione, voci e suoni del tempo andato.

Questi ultimi riprodotti dagli zoccoli dei cavalli, montati da giovani cavalieri e da alcune amazzoni in costume tradizionale, che hanno percorso gli stessi sentieri dove, per secoli, sono transitati contadini, prevalentemente a piedi, ma non di rado a cavallo, seguiti dalle raccoglitrici di olive che, sopratutto la sera, dopo una giornata di duro lavoro, rientravano in paese cantando, con passo spedito.

Lungo il percorso, in una vallata mozzafiato, con zaino in spalla e molta curiosità, la vociante e festosa carovana ha avuto modo di osservare gli alberi d’olivo secolari che, nonostante il perdurare della siccità, presentano molte olive, pronte per la molitura che, a detta degli esperti, quest'anno produrranno un olio extra vergine di ottima qualità. La “Camminata” si è conclusa presso l’oleificio dei fratelli Baingio e Leonardo Delogu dove i partecipanti all’interessante avvenimento hanno potuto assistere alle varie fasi di molitura delle olive, tipo “bosana”, dalle quali è stato prodotto un “verdone” (termine che identifica l’extra vergine di oliva estratto da olive verdi) giudicato dai panel, di eccellente qualità. Lo stesso olio, appena prodotto, è finito su fumanti bruschette che hanno deliziato il palato dei partecipanti.

Dopo aver assistito ai laboratori del gusto (Oli e formaggi), del sapone prodotto dall'olio di oliva e dell'intreccio, tutti a pranzo per gustare i prodotti tipici di Ittiri.

Alla camminata hanno partecipato, produttori, appassionati dell'olivicoltura provenienti dal territorio e le associazioni: S’Ischimadorza, composta dagli olivicoltori di Ittiri, il Sorriso, la Protezione Civil, la Consulta Giovanile, I Carcioficoltori, Prendas, la Pro Loco e e i Barracelli che, assieme alla Polizia Locale, hanno vigilato sul normale svolgimento della Camminata.

L’invito dell’associazione nazionale “Città dell’Olio” e dei 120 comuni che hanno aderito con altrettanti itinerari in 18 regioni è stato raccolto da migliaia di persone in tutta Italia.

L’associazione nazionale “Città dell’Olio”, con i suoi 332 soci tutti enti pubblici (Comuni, Province, Parchi e Gal) è da sempre impegnata nella tutela del territorio olivicolo e nella programmazione territoriale.

vedi su La Nuova Sardegna









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie