sardanews

Verbali da 161 euro e 5 punti patente - Cronaca

image
SASSARI. Piccolo esperimento: provate a fermarvi a un incrocio trafficato per 10 minuti e contate quanti automobilisti guidano con il cellulare all’orecchio. Vi stupirete dal numero.Anche le statistiche dicono che il fenomeno è in crescita, nonostante le campagne di sensibilizzazione. «Si parla di un incremento del 18% nel secondo semestre del 2017, rispetto all’anno precedente – dice il comandante della polizia locale Gianni Serra – a Sassari nel 2016 abbiamo sanzionato 300 violazioni, e ora che siamo a novembre abbiamo già raggiunto questo dato. Questo è allarmante: è dimostrato che i tempi di reazione e di frenata per chi è distratto da uno smartphone siano pericolosamente dilatati». Le sanzioni prevedono una multa di 161 euro, scontata del 30 per cento se pagata entro 5 giorni. In più vengono decurtati 5 punti dalla patente. Anche i ciclisti, se beccati al cellulare sono passibili di contestazione. «Il disegno di legge al vaglio della Commissione Trasporti della Camera invece prevede il raddoppio delle sanzioni, che da 161 passerebbero a 322 euro e la decurtazione di 10 punti. Ma la novità più eclatante riguarda la sospensione immediata della patente da 1 a 3 mesi sin dalla prima violazione e non solo in caso di recidiva come previsto nella norma vigente ad oggi». Questa modifica in discussione alla Camera aveva creato un sano allarmismo. E infatti diversi automobilisti colti in flagranza vivono quei 30 secondi di panico totale, convinti che le nuove regole siano già entrate in vigore e che la loro patente sia già in freezer per un mese. Così capita che quando apprendono dei 110 euro di multa e dei cinque punti, tirino addirittura un sospiro di sollievo. (lu.so.)

vedi su La Nuova Sardegna












Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie