sardanews

Furto Dna ogliastrino dal parco Genos: inviati 17 avvisi di garanzia

image

I militari dell’aliquota operativa di Jerzu  con l’ausilio delle stazioni competenti per territorio, su richiesta dal procuratore della Repubblica, stanno procedendo in questi giorni alla notifica di 17 avvisi di garanzia  per  il furto delle provette contenenti DNA e campioni biologici dal parco Genos di Perdasdefogu.

Tutto ha inizio il 10 agosto 2016, quando un dipendente del parco genetico ogliastrino denuncia il furto di centinaia di provette.  Le indagini ad opera dei carabinieri della compagnia di Jerzu portano a segnalare  all’autorità giudiziaria 53 persone “responsabili a vario titolo dei reati di furto aggravato, peculato, abuso d’ufficio, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici”.

Per 36 di loro  la posizione penale è stata però stralciata per sopraggiunta prescrizione dei reati, dovuta alla decorrenza dei termini dalla loro commissione. Tra gli indagati sono stati segnalati anche gli amministratori e i presidenti che si sono succeduti negli anni nella Shardna Spa e Parco   Gen.o.s.,   nonchè i sindaci di alcuni comuni i quali secondo l’accusa avrebbero  “concesso arbitrariamente l’accesso agli uffici anagrafe comunali ai fini della ricerca”.

“Le indagini, particolarmente difficili vista anche la delicatezza della materia trattata e l’importanza degli interessi comuni – si legge nella nota stampa divulgata divulgata dai militari – sono state seguite con grande attenzione dagli uffici del garante della privacy con cui vi e’ stato un costante confronto. Si tratta probabilmente della prima attività  afferente la legittimità dell’utilizzo dei dati biologici e del rispetto della normativa sulla privacy “.

 

L'articolo Furto Dna ogliastrino dal parco Genos: inviati 17 avvisi di garanzia proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie