sardanews

Molotov per i migranti a Sassari, il sindaco Nicola Sanna duro: No all'intolleranza - Cronaca

image
SASSARI. Il sindaco Nicola Sanna ha aspettato 24 ore prima di dire la sua sulla mega rissa di Santa Maria di Pisa, ma ora ha rotto gli indugi e avvisa duro chi soffia sul fuoco: «Atteggiamenti di intolleranza non sono consentiti a nessuno, atti ostili e provocatori, come spedizioni punitive o lancio di bombe carta, non fanno parte del senso civico collettivo della nostra città. A quelle forze politiche che invitano all'intolleranza, chiediamo cautela e senso di responsabilità»image Quattro giovani, due sassaresi e due africani, sono stati denunciati per gli scontri. Le contrapposizioni tra giovani del quartiere e i migranti ospiti della struttura di via Solari andavano avanti da qualche tempo. C'erano stati già degli episodi gravi che non sono stati tenuti in seria considerazione. E il confronto sociale, in un quartiere complesso e carico di difficoltà, è diventato sempre più aspro. Segnato da incomprensioni e litigi, spesso alimentati da comportamenti che hanno gettato benzina sul fuoco. L'integrazione è complicata, tanto più quando viene lasciata al caso, all'improvvisazione dei singoli e alla buona volontà di un quartiere che ha al suo interno tante storie di piccoli e grandi disagi quotidiani Martedì 31 ottobre è convocato il comitato provinciale di sicurezza con Comune, prefettura e forze dell'ordine. Il sindaco Sanna rilancia il tema della solidarietà perché «Sassari è una città che rifugge da atteggiamenti discriminatori». Resta un'emergenza da gestire, perché la presenza di migranti sul territorio è oggettivamente eccessiva  Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

vedi su La Nuova Sardegna












Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie