Seui, tutto pronto per Su Prugadoriu


image

Dopo il successo ottenuto nelle scorse venti edizioni ritorna “Su Prugadoriu”, nella suggestiva cornice del centro storico di Seui. L’edizione 2017 si articola in tre giornate, da lunedì 30 ottobre a mercoledì 1 novembre.

SEUI - Antichissima festività che si richiama al culto delle anime, “Su Prugadoriu” trova nella questua alimentare l’usanza più originale e significativa, con i bambini veri protagonisti, che girano di casa in casa chiedendo offerte per la salvezza delle anime del purgatorio. La riproposizione dell’antico rito de’ “Su prugadoriu …po’ is animas” è in programma martedì pomeriggio, con partenza da Piazza Rinaldo Loy.In venti anni per l’intera comunità seuese questo evento è diventato anche una prestigiosa vetrina, utilissima per presentare le bontà della sua antica enogastronomia, le tradizioni, l’artigianato, l’ambiente e la ricchissima e variegata offerta culturale e turistica.

Nei caratteristici “Mangasinus” (vecchi locali e laboratori), che dalle ore 16 di lunedì saranno aperti al pubblico lungo le strade del centro storico, sarà possibile scoprire e degustare le numerose e genuine bontà dell’antica tradizione della cucina seuese, tramandate di generazione in generazione, ancora confezionate con la cura e la passione di una volta. Come ogni anno l’artigianato tradizionale sarà il protagonista con vari laboratori. Tra questi, martedì pomeriggio si potrà assistere alla preparazione del torrone.

Tre i convegni. Lunedì pomeriggio nella Sala consiliare del Comune lunedì pomeriggio sarà presentata l’edizione 2017 di “Arcuerì”, l’Annuario della Comunità Seuese, a cura della Casa editrice “Domus de Janas”. Più tardi sarà la volta del conferenza e della rappresentazione teatrale “Arregodus de miniera”, a cura delle Associazioni turistica Pro Loco & culturale Giorgio Mameli di Buggerru. Martedì pomeriggio, nel Centro Polivalente si terrà il convegno “Il Parco di Montarbu: opportunità future e scelte gestionali da condividere”. Per il teatro, lunedì pomeriggio in via delle Milizie la Compagnia il Crogiuolo di Cagliari presenterà lo spettacolo “La storia della Sardegna spiegata ai Ragazzi”.

Anche quest’anno è stato dato ampio spazio alle maschere arcaiche della tradizione sarda. Martedì le vie del centro storico saranno percorse da’ “Ir Dimonios” di Tertenia e da “S’Urtzu e sa Mamulada” di Seui. Mercoledì mattina sarà la volta dell’esibizione dei gruppi “Su Sennoreddu e sos de S’Iscusorzu” di Teti e “Su Boinarxiu e su pastori” di Teulada. A chiudere, nel tardo pomeriggio, sarà il gruppo dei bambini del locale “S’Urtzu e sa Mamulada”.

I tre giorni di festa saranno vivacizzati da vari artisti di musica etnica sarda e dalle melodie delle launeddas. Ma anche dalle festose e trascinanti note itineranti della formazione “Large Street Band”. Come consuetudine la Banda musicale “Gioacchino Rossini” di Seui avrà il compito di inaugurare la rassegna. Fiato anche alle sole voci con l’esibizione del Coro “Ardasai” di Seui. Sempre nel campo musicale la novità dell’edizione 2017 è rappresentata dalle due serate musicali in programma lunedì con il complesso “Ballade Ballade Bois” e martedì con il gruppo “A passu Zustu”.

Visto il successo riportato in scorse edizioni martedì e mercoledì lungo le strade del centro storico torerà a viaggiare il Trenino dei Murales. L’edizione 2017 sarà chiusa dalla “cerimonia” del lancio della zucca, in via Roma.

Vedi su Sardegna Oggi


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook









Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy