Coppa Italia, il Cagliari supera il Palermo ai rigori 5-3 (1-1) e accede al quarto turno. Decisivo Cragno con un penalty parato, Cossu dà la gioia finale ai rossoblù


Il Cagliari prosegue la sua corsa in Coppa Italia battendo il Palermo per 5-3 dopo i calci di rigore  nel campo neutro dell’Olimpico di Torino. La formazione di Rastelli ha dominato la partita per circa un’ora, andando anche in vantaggio con Joao Pedro, prima di crollare psicologicamente dopo un banale errore di Faragò che ha consentito il pareggio dei rosanero. Farìas e Cop non riescono a segnare nei tempi supplementari e si va ai rigori: Cragno ipnotizza prima Jajalo e poi Aleesami mentre i compagni di squadra non sbagliano nemmeno una esecuzione. Il passaggio al quarto turno prevede ora la sfida secca col Pordenone, formazione di Lega Pro.

Coppa Italia, il Cagliari supera il Palermo ai rigori 5-3 (1-1) e accede al quarto turno. Decisivo Cragno con un penalty parato, Cossu dà la gioia finale ai rossoblù

Rastelli decide di optare per due terzini maggiormente difensivi come Faragò e Capuano, Sau invece lascia spazio a Farìas. Il Cagliari entra in campo con la tradizionale maglia rossoblù e batte il calcio d’inizio, mette in apprensione la difesa rosanero che si trova subito a svirgolare sul pressing di Borriello e Joao Pedro. Un colpo di testa di Borriello costringe Posavec alla gran parata ma l’arbitro Valeri ferma il gioco per un fallo in attacco. Gli ospiti spingono in particolar modo sulla sinistra dove Ionita sembra non dare adeguata copertura a Faragò ma c’è un preciso Andreolli a spazzare via i pericoli con costanti raddoppi. Al 7′ un calcio di punizione di Borriello dà l’illusione del gol ma becca solo l’esterno della rete, a seguire un colpo di testa di Aleesami non impensierisce Cragno. Al 19′ Posavec salva il risultato su una palla orizzontale di Ionita per Farìas, il brasiliano è fermato in fallo laterale dal portiere palermitano. Lungo il cross di Barella su Farìas dopo una azione ben manovrata, quindi la partita stagna in tanti passaggi da una parte e dall’altra col Cagliari che presenta un palleggio lento e poco incisivo, vista la marcatura a uomo su Barella e Cigarini. Quest’ultimo ci prova dalla distanza ma la palla schizza alta, al 41′ sugli sviluppi di una punizione dalla destra Faragò si fa trovare libero in area ma non riesce ad inquadrare la porta mandando di poco alto sulla traversa. Nell’unico minuto di recupero concesso da Valeri, il Cagliari sblocca il risultato: giocata centrale di Barella che taglia in due la difesa avversaria e appoggia a Joao Pedro una palla d’oro che il brasiliano piazza alle spalle di Posavec. Le due squadre vanno al riposo sull’1-0 per i rossoblù.

Non ci sono cambi ad inizio ripresa ma un accenno di rissa tra Struna e Cigarini per un anticipo eccessivamente falloso del difensore palermitano ai danni di Borriello. Il Palermo rischia il pareggio al 48′ quando Cragno deve smanacciare un pericoloso tiro di Aleesami deviato da Pisacane e diretto in porta, Farìas e Faragò danzano in velocità costringendo la difesa avversaria a salvarsi in angolo. Al 58′ pazzesca occasione fallita dal Cagliari: Farìas parte largo sulla sinistra e si accentra, Faragò approfitta di un taglio di posizione di Joao Pedro e viene servito sulla destra ma il suo tiro a tu per tu con Posavec va alto sopra la traversa. Murato Borriello dopo uno stretto uno-due con Farìas, quindi il Palermo pareggia: Aleesami ruba palla a Faragò da buona posizione e serve in mezzo all’area dove LaGumina deve solo appoggiare in rete l’1-1 con la porta spalancata. Azione tutta di prima tra Cigarini, Joao Pedro e Farìas, il colpo di testa di quest’ultimo va a lato. Soffre tantissimo Faragò sulla destra, preso di mira dalle giocate dei trequartisti rosanero e costretto a salvarsi più volte in calcio d’angolo. Mischia furibonda in area palermitana su una punizione velenosa di Cigarini, il primo cambio operato da Rastelli vede Sau prendere il posto di Joao Pedro. Entra anche Cop per Borriello che non prende bene il cambio, mentre il Cagliari fatica chiaramente ad impostare con un Palermo molto chiuso che non concede neanche un varco per l’offensiva delle punte rossoblù. Farìas costringe Posavec alla bella parata, la gara si chiude sull’1-1 in attesa dei supplementari.

È il Palermo ad aprire i supplementari, i ritmi sono blandi e il Cagliari cerca di arrivare sul fondo col gioco in profondità di Farìas, senza però riuscire a pungere. Cragno si allunga una punizione potente di Jajalo, i difensori rosanero spazzano via diversi cross di Farìas e Barella. Al 102′ ancora un gol mangiato dagli attaccanti rossoblù con Cop che a tu per tu con Posavec prova a piazzarla ma non riesce a trovare il gol. Una discesa di Rispoli mette in affanno Andreolli che libera di testa al centro dell’area, i giocatori del Cagliari sono stanchi ma riescono con Sau e Cop a trovarsi in area per il tiro al volo di Farìas che impegna Posavec alla grande respinta, salvando così il pari. Colpo di testa alto di La Gumina sugli sviluppi di un calcio d’angolo, lungo il servizio di Cossu su Cop e anche i supplementari arrivano al triplice fischio. Il passaggio del turno si gioca ai calci di rigore: inizia Jajalo che spiazza Cragno ma tira fuori; Cigarini supera Posavec con un po’ di fortuna; Aleesami viene ipnotizzato da Cragno; Cop spiazza Posavec alla sua sinistra; Kruna supera Cragno; Sau spiazza Posavec alla sua destra; La Gumina segna; Cossu manda la palla sotto l’incrocio del pali e consente al Cagliari di passare il turno.

TABELLINO.

CAGLIARI: Cragno (7); Faragò (5.5), Andreolli (6.5), Pisacane (6.5), Capuano (6); Barella (6), Cigarini (6), Ionita (5.5) (al 100′ Cossu 6); Joao Pedro (6) (al 79′ Sau 5.5); Borriello (5) (al 83′ Cop 5.5), Farias (6.5). All. Rastelli (6).

PALERMO: Posavec; Cionek, Struna, Bellusci; Morganella (al 106′ Rispoli), Murawski (al 72′ Gnahorè), Jajalo, Chochev, Aleesami; Trajkovski (al 59′ LaGumina), Nestorovski. All. Tedino.

Arbitro: Paolo Valeri di Roma 2. Assistenti: Salvatore Longo e Alberto Tegoni.

Reti: Joao Pedro (45’+1), LaGumina (66′).

Calci di rigore: Jajalo (fuori), Cigarini (gol), Aleesami (parato), Cop (gol), Struna (gol), Sau (gol), La Gumina (gol), Cossu (gol).

Ammoniti: Jajalo (7′), Struna (46′), Pisacane (52′), Barella (56′), Farìas (88′)

Note: recupero 1′ e 3′. Le due squadre hanno giocato anche i tempi supplementari.

L'articolo Coppa Italia, il Cagliari supera il Palermo ai rigori 5-3 (1-1) e accede al quarto turno. Decisivo Cragno con un penalty parato, Cossu dà la gioia finale ai rossoblù sembra essere il primo su cagliari.vistanet.it.

Vedi su Vistanet Cagliari


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook








Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy

All for Joomla All for Webmasters