Siccità, restrizioni idriche nel Nord Sardegna - Cronaca


Siccità, restrizioni idriche nel Nord Sardegna - Cronaca
CAGLIAR. A causa della drammatica siccità che ha colpito l'invaso del Bidighinzu che a fine giugno registrava solo il 15% di capienza, l'Ente acque della Sardegna (Enas) ha imposto ad Abbanoa una riduzione di 70 litri al secondo sulla portata prelevata dal lago e lavorata dall'omonimo potabilizzatore. Si passerà dai 450 litri a 380 litri al secondo. Predisposto il piano di emergenza: a partire da mercoledì 19 luglio l'erogazione sarà sospesa dalle 20 fino alle 6 del mattino successivo nei quartieri di Sassari dipendenti dal serbatoio di via Milano: Luna e Sole, Monte alto e medio, Monserrato, centro storico alto (da piazza Castello fino via Duca degli Abruzzi), Porcellana, Tingari, Valle Gardona e Gioscari. Il resto della città sarà approvvigionato dal potabilizzatore di Truncu Reale che tratta l'acqua grezza proveniente dal Coghinas. Sempre a partire da mercoledì 19 luglio sono previste chiusure notturne dell'erogazione dalle 21 alle 6 nei seguenti Comuni alimentati esclusivamente dal Bidighinzu: Ittiri, Tissi, Ossi, Uri, Olmedo, Sorso, Sennori, Osilo, Muros, Codrongianos, Ploaghe, Chiaramonti, Nulvi e Thiesi. Abbanoa ha anche sollecitato l'Enas a eseguire l'intervento programmato che consentirà di potenziare il passaggio di acqua grezza dall'invaso del Temo al Bidighinzu tramite un impianto di sollevamento per avere maggiore risorsa in quest'ultimo invaso.

vedi su La Nuova Sardegna


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook








Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy

All for Joomla All for Webmasters