Dj Stefano Sciola, il malore e la salvezza: "Salvato dagli angeli"


Dj Stefano Sciola, il malore e la salvezza: Dj Stefano Sciola, il malore e la salvezza:

Stefano Sciola, dj conosciutissimo a Cagliari per le serate e la radio, martedì scorso è stato colpito da un'emorragia cerebrale mentre guidava. Ora sta meglio: "Mi ha salvato l'intervento tempestivo del mio capo ufficio e di alcuni ragazzi a bordo strada: sono stati fantastici, vorrei incontrarli e ringraziarli con tutto il mio cuore"

di Jacopo Norfo

Stefano Sciola oltre che essere un bravissimo dj conosciutissimo e molto stimato a Cagliari nel mondo della movida è un ragazzo splendido, squisito, che ha sempre un pensiero per gli altri. E ora che il peggio è passato, tutti possono fare il tifo per lui con rinnovata fiducia. Programmi di successo a Radiolina, Sintony, tante serate al New Music Bar e in tanti locali alla moda in tutta la Sardegna. Ora deve fermarsi per una vacanza forzata, ma le sue parole e il suo sorriso scaldano il cuore di un vecchio amico, che tante volte ha lavorato in radio con lui, sino al 2003.

L'INCIDENTE. Ed è dopo un incontro per caso, che Stefano mi racconta la sua storia ancora commosso. E vorrebbe ringraziare chi lo ha salvato, i primi a soccorrerlo martedì scorso. Cosa è successo? "Mentre rientravo a casa da lavoro ho avuto un emorragia cerebrale nella parte destra del cervello. Stavo rientrando a casa dalla Base di Decimo(sono militare, lavoro lì). Sono andato addosso al guard rail ma non ricordo nulla di nulla se nn il risveglio al Reparto neurochirurgia del Brotzu. Mi hanno fatto la TAC ed è risultato un Angioma cavernoso benigno di tipo congenito. Sarebbe una malformazione venosa che si è sviluppata ora in età adulta e ha causato l' emorragia. Sono stato soccorso da dei ragazzi all' inizio ma non so chi sono per poterli ringraziare, poi per miracolo dall' altra parte stava passando il mio capo ufficio con la moglie che hanno visto la macchina e hanno fatto inversione di marcia verso Cagliari dall' aeroporto per soccorrermi. Sono intervenuti polizia e 118, polizia sede via Crespellani". Ora Stefano è un sottufficiale dell'Areonautica militare, un grande professionista, ma continua a fare il dj soprattutto per la sua enorme passione per la musica.

STEFANO STA MEGLIO. Stefano Sciola ora sta meglio, è a casa in convalescenza ed è già pronto a tornare in pista anche come dj. L0incidente è successo alle 19.50 martedi scorso  all' altezza della New Special Car: "L'emorragia mi ha causato una crisi epilettica- racconta Stefano Sciola- quindi ero anche incosciente e non collaborativo. il neurologo mi ha spiegato che succede quando ci sono queste emorragie. cmq sono stato sedato e portato via in rianimazione per la tac. Sono stato trovato addosso al guard rail, accasciato al volante, sudatissimo che chiedevo aiuto. Io non ricordo nulla. Poi sono svenuto diverse volte quando c'era il 118 , durante gli svenimenti sono caduto e mi sono lussato la spalla. Comunque hanno fatto tutti gli accertamenti. Mi hanno fatto anche l' angiografia ed è negativa grazie a Dio. Il Primario mi ha detto che sono stato molto fortunato per i soccorsi tempestivi .Ora devo stare a riposo assoluto fino al 31 che avrò la risonanza magnetica, si deve riassorbire l' ematoma. dalla risonanza capiranno se cè da intervenire chirurgicamente oppure è andata bene così. Devo riconoscere che sono stati straordinari e tempestivi al Brotzu, grandiosi anche i ragazzi del 118 e la polizia municipale. Ora dovrò stare fermo per le serate in disco, speriamo di avere belle notizia il 31, dovevo salire a Porto Rotondo per fare serate al Country Club, nel locale di Jerry Calà, poi Villasimius, sempre il Coffepot in piazzetta San Marco a Porto Rotondo...".

L'APPELLO. Ma il pensiero più bello va sempre a loro, a quegli angeli soccorritori, i primi ragazzi insieme al Primo Maresciallo Luogotenente Geremia Carboni con la moglie: "Mi piacerebbe conoscerli e ringraziarli, perchè mi hanno davvero salvato la vita", dice Stefano. Nella foto, Stefano Sciola e la sua auto al momento del malore.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vedi su CastedduOnLine


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook







Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy

All for Joomla All for Webmasters