L’erba del vicino è sempre più verde, anche in cimitero: le tombe dei caduti italiani in stato di abbandono a San Michele


Al cimitero di San Michele ci sono due terreni disseminati di croci tutte uguali e situati l’uno vicino all’altro. Entrambi sono terreni dove sono stati interrati i caduti militari, ma le differenze tra i due terreni sono sostanzialmente due. Uno, quello in primo piano, ospita le salme dei caduti italiani ed è in un evidente stato di abbandono. Ormai non cresce più un filo d’erba. Il secondo invece ospita le salme dei caduti tedeschi. Intorno alle croci però non terra brulla e secca, ma un rigoglioso e verdissimo prato verde.

Come è possibile che in Italia il sacrario dedicato alla memoria dei soldati italiani sia abbandonato a sé stesso, mentre le aree destinate ai soldati inglesi e tedeschi siano così ben curate? La foto pubblicata da Silvia Podda sul gruppo Facebook “Parliamo di Cagliari” è di un’amarezza disarmante e suggerisce numerosi punti interrogativi. Ciò che invece appare evidente è che qualcosa nella gestione di queste aree dedicate ai caduti non funzioni.

La responsabilità delle aree fa capo al ministero della Difesa che ne cura la sistemazione, la custodia e la manutenzione. Discorso diverso per le due aree dedicate ai soldati tedeschi e inglesi interrati a San Michele, che vengono curate direttamente dai militari dei due Paesi, che si occupano di falciare il prato, regolarmente innaffiato con un sistema artificiale e tenere in ordine. Nel sacrario italiano il deserto, fatta eccezione per la tomba di un soldato, colorata dai fiori che la madre, a distanza di chissà quanti anni, non si dimentica mai di portare.

L'articolo L’erba del vicino è sempre più verde, anche in cimitero: le tombe dei caduti italiani in stato di abbandono a San Michele sembra essere il primo su cagliari.vistanet.it.

Vedi su Vistanet Cagliari


Condividi la notizia con i tuoi amici sui social network Facebook e Twitter
Condividi su Facebook







Per vedere tutte le notizie dalla Sardegna, metti mi piace alla nostra pagina facebook

Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la Cookie Policy

All for Joomla All for Webmasters